Evoluti da morire

Questo è un paese di futuri suicidi. La speranza rappresentata dall’uccellino azzurro infondo al vaso di Pandora è una raffigurazione che oramai possiamo trovare nelle droghe pesanti e nei funghi allucinogeni. Ma principalmente ora l’Italia è una buca dove a poco poco vanno giacendo corpi di anziani e non, soppressi da una crisi che non finisce, per scarsa volontà bancaria. Sbaglierò?! Ma leggo le statistiche sulla disoccupazione, per altro sempre provvisorie, e poi quelle dei suicidi e dico: per forza c’è meno disoccupazione…ci ammazziamo prima! Che la crisi in realtà sia una sorta di selezione naturale? Povero Darwin, deceduto senza conoscere l’ultimo tassello INVOLUTIVO della razza umana.

Annunci

Yes, i’m Choosy

E mi chiamano Ciusi (choosy)

Buongiorno,

sono una giovane donna di 34 anni e ½ se dobbiamo essere pignoli, e oggi io lo sarò.

Tra 2 mesi mi scade il contratto di lavoro, sono stata assunta per una sostituzione maternità, per altro durata ben 15 fortunatissimi mesi e ad oggi non so cosa sarà di me.

Così sono nuovamente alla ricerca, e siccome attualmente lavoro la mia ricerca è primariamente eseguita tramite Internet e lì viene il bello, o il brutto e senza rispetto, scopro che la maggior parte degli annunci inseriti dalle varie aziende, interinali e non, sono prevalentemente a scopo di ricerca di mercato, per sapere quanti disperati non riescono a pagare le bollette, tuttavia, questo non li esula dal chiederti un colloquio al fine di inserimento (nel data base, non nel mondo del lavoro, ma questo non lo dicono), quindi tu, che sei all’oscuro delle loro reali intenzioni, prendi un sudatissimo giorno di ferie o in alternativa ½ giornata di permesso e vai speranzosa fino all’ufficio addetto, con dispendio di tempo, benzina e una volta arrivato anche la  pazienza.

Ora io mi domando se è onesto.

Ieri per me è stato così, ho mandato un CV, e dopo una telefonata di siamo accordati per un colloquio, ho chiesto 3 ore di permesso, che per chi non lo sapesse non mi vengono regalate e sono andata a fare questo incontro, il più inutile della mia vita lavorativa. Questa giovane donna, il cui  aspetto fisico e abbigliamento era già di per sé discutibile, sfornava all’interno di questa chiacchierata, terminologie inglesi come se realmente sapesse di cosa stesse parlando, ma il palesarsi di tanti IO all’interno della conversazione non ha lasciato “ahimè” spazio a dubbi, “cara mia, avrai 20 anni si e no e ti hanno fatto aprire, per dirla come te, una holding, con ogni probabilità a tuo nome e a breve sarai a spasso proprio come me, forse tu dovrai anche pagare i debiti altrui”.

Per non perdere proprio tutte le tre ore di permesso del tutto, una volta uscita dalla novella Bond girl ho deciso di andare per agenzie internali fisicamente e portare il CV per aggiornare la mia situazione, risultato:

Adecco: iscrive e aggiorna i cv solo al mattino, preferibilmente con appuntamento

GiGroup: non ha nemmeno una receptionist alla quale fare riferimento, lasci il cv sul bancone e preghi perché non sia usato come sotto tazza

Temporary: accetta il tuo CV e poi ti fa domande marzullesche tipo “che voto si darebbe in inglese?”

Risorse: accetta il curriculum solo al mattino, perché vogliono subito fare il colloquio, alla mia domanda di “e se uno lavora?” la risposta è stata, “beh, allora lo manda per mail” – quindi fammi capire, mandarlo per mail non è uguale a lasciarlo adesso in filiale?

Randstad: prende il CV, lo ripone sopra agli altri 1000 che ha in suo possesso e poi gira il plico

Avrete sicuramente notato, al mare, negli stabilimenti balneari, gli orari del bagnino, in pratica di dicono quando uno può affogare e quando non può, qui è uguale.

Noi stiamo affogando da almeno 4 anni, ad essere positivi, e pur essendo negli orari prestabiliti, il bagnino ci sta a guardare, nonostante in questo lasso di tempo non abbiamo ancora imparato a nuotare, molti si sono rassegnati a fare il morto, a galleggiare come gli escrementi nella cloaca, oramai non ci tappiamo nemmeno più il naso.

Parliamo anche della maleducazione che circonda ogni risposta ad una richiesta di lavoro o di semplice informazione, come se dessi fastidio, come se tu fossi lì perché sei schizzinoso…

Ebbene questa choosy che sta scrivendo ha firmato tra i vari contratti PPIC (Presa Per Il C..O) uno di 30 minuti, sì, avete letto bene ed io ho scritto altrettanto bene, 30 minuti, per un’azienda Pugliese, che avrebbe speso molto di più per mandare un proprio collaboratore fino a Milano, per prendere dei documenti, che per me, ritirare e affidare gli stessi ad un corriere.

Ora, mi rendo conto che questo sfogo cadrà nel nulla in una giornata di lutto simile:

Brasile 4 -Milan 0

Berlusconi con l’uveite

Belen non ha ancora partorito e, non so voi, ma io sono un po’ in apprensione

Cicciolina è tornata single

And the last but not the list

La seconda fumata nera, sintomo che un Papa non è ancora stato eletto, che poi…la fumata nera…almeno…è eco?